| 
  • If you are citizen of an European Union member nation, you may not use this service unless you are at least 16 years old.

  • Stop wasting time looking for files and revisions. Connect your Gmail, DriveDropbox, and Slack accounts and in less than 2 minutes, Dokkio will automatically organize all your file attachments. Learn more and claim your free account.

View
 

Roberta: Schiava del cibo

Page history last edited by Massimiliano 3 years, 6 months ago

 

 DCA - Disturbo del Comportamento Alimentare

 

 

Roberta: Schiava del cibo

 

<< [...] io ero una bulimica con degli intervalli, dei loop da anoressica. [...] è qualcosa che parte da un disturbo mentale: un ingranaggio che ad un certo punto si inceppa, semplicemente esce fuori dalla ruota. Tutto è iniziato con un digiuno>>. Questa è la frase che Roberta ripete più volte durante l'incontro in seduta con l'equipe del centro dove ancora viene seguita nei suoi ultimi giorni da paziente; alla domanda:

<<Perché sei caduta?>>, Roberta risponde semplicemente con queste parole: <<l'abbandono, mi sentivo sola, fondamentalmente ero sola>>.

 

Prospettive

 

L'esperta Laura Dalla Ragione: "Modelli sempre più irragiungibili per i ragazzi". Pasti saltati di nascosto, alimenti messi al bando per essere sempre più magre o magri. Oppure ragazzi ossessionati dal cibo già a 8-9 anni. In molti casi si tratta di problemi che si risolvono spontaneamente, ma talvolta tendono a protrarsi nel tempo e a trasformarsi in una malattia.

 

Secondo Gelder, Mayou e Geddes (2005) la bulimia nervosa è prevalente tra l'1% e il 2% delle donne di età compresa tra i 15 e i 40 anni e si verifica più frequentemente nei paesi sviluppati e nelle città, con uno studio che trovando che la bulimia è cinque volte più prevalente nelle città rispetto che nelle zone rurali. Vi è una percezione che la bulimia sia più diffusa tra le ragazze di famiglia borghese; tuttavia, in uno studio del 2009 condotto su ragazze provenienti da famiglie nella fascia di reddito più basso ha dimostrato che esse avevano il 153% di probabilità maggiore di essere bulimiche rispetto alle ragazze della fascia di reddito più alta (John Grohol - 2009).

Vi sono più alti tassi di disturbi alimentari in gruppi coinvolti in attività che idealizzano un fisico sottile, come la danza, la ginnastica, nella recitazione e nella musica, nelle modelle, nelle cheerleader, negli sport come nuoto, tuffi, canottaggio e pattinaggio su ghiaccio.

Franko DL, Becker AE, Thomas JJ, Herzog DB, Becker, Thomas e Herzog: Si ritiene che la bulimia sia più diffusa tra i caucasici. Tuttavia, Uno studio più recente ha dimostrato che le adolescenti afro-americane avevano il 50% di probabilità in più, rispetto alle coetanee bianche, di assumere un comportamento bulimico (Hugh McBride - 2012).

 

 

 

 

     

 

 

 

 

 

 

Comments (0)

You don't have permission to comment on this page.