| 
  • If you are citizen of an European Union member nation, you may not use this service unless you are at least 16 years old.

  • Want to get organized in 2022? Let Dokkio put your cloud files (Drive, Dropbox, and Slack and Gmail attachments) and documents (Google Docs, Sheets, and Notion) in order. Try Dokkio (from the makers of PBworks) for free. Available on the web, Mac, and Windows.

View
 

Roberta: Schiava del cibo

Page history last edited by Massimiliano 4 years, 8 months ago

 

 DCA - Disturbo del Comportamento Alimentare

 

 

Roberta: Schiava del cibo

 

<< [...] io ero una bulimica con degli intervalli, dei loop da anoressica. [...] è qualcosa che parte da un disturbo mentale: un ingranaggio che ad un certo punto si inceppa, semplicemente esce fuori dalla ruota. Tutto è iniziato con un digiuno>>. Questa è la frase che Roberta ripete più volte durante l'incontro in seduta con l'equipe del centro dove ancora viene seguita nei suoi ultimi giorni da paziente; alla domanda:

<<Perché sei caduta?>>, Roberta risponde semplicemente con queste parole: <<l'abbandono, mi sentivo sola, fondamentalmente ero sola>>.

 

Prospettive

 

L'esperta Laura Dalla Ragione: "Modelli sempre più irragiungibili per i ragazzi". Pasti saltati di nascosto, alimenti messi al bando per essere sempre più magre o magri. Oppure ragazzi ossessionati dal cibo già a 8-9 anni. In molti casi si tratta di problemi che si risolvono spontaneamente, ma talvolta tendono a protrarsi nel tempo e a trasformarsi in una malattia.

 

Secondo Gelder, Mayou e Geddes (2005) la bulimia nervosa è prevalente tra l'1% e il 2% delle donne di età compresa tra i 15 e i 40 anni e si verifica più frequentemente nei paesi sviluppati e nelle città, con uno studio che trovando che la bulimia è cinque volte più prevalente nelle città rispetto che nelle zone rurali. Vi è una percezione che la bulimia sia più diffusa tra le ragazze di famiglia borghese; tuttavia, in uno studio del 2009 condotto su ragazze provenienti da famiglie nella fascia di reddito più basso ha dimostrato che esse avevano il 153% di probabilità maggiore di essere bulimiche rispetto alle ragazze della fascia di reddito più alta (John Grohol - 2009).

Vi sono più alti tassi di disturbi alimentari in gruppi coinvolti in attività che idealizzano un fisico sottile, come la danza, la ginnastica, nella recitazione e nella musica, nelle modelle, nelle cheerleader, negli sport come nuoto, tuffi, canottaggio e pattinaggio su ghiaccio.

Franko DL, Becker AE, Thomas JJ, Herzog DB, Becker, Thomas e Herzog: Si ritiene che la bulimia sia più diffusa tra i caucasici. Tuttavia, Uno studio più recente ha dimostrato che le adolescenti afro-americane avevano il 50% di probabilità in più, rispetto alle coetanee bianche, di assumere un comportamento bulimico (Hugh McBride - 2012).

 

 

 

 

     

 

 

 

 

 

 

Comments (0)

You don't have permission to comment on this page.